LE FIGURE DEL PRESEPE – LA SACRA FAMIGLIA

La Sacra Famiglia

Gesù Bambino sia la stella che ti guida lungo il deserto della vita presente.” (Padre Pio)

Dicembre è un mese magico, si festeggia infatti il Natale, si scartano i regali, si festeggia in famiglia e si fa il presepe. Ecco perché vogliamo parlarvi di una figura unica di questa antica tradizione, così mentre si avvicina la vigilia scopriremo cose curiose e interessanti sul presepio, sui suoi personaggi e sul vero significato di questa tradizione antichissima.Il viaggio che abbiamo intrapreso all’interno della nostra cultura popolare continua e oggi parleremo della sacra famiglia che ha ruolo definito e davvero importante all’interno della tradizione. Scopriamo insieme la sua nascita e il suo significato; prima una spiegazione piccola e divertente su cosa è il presepio.

Presepe

Il presepio o presepe è una tradizione popolare composta da un insieme di leggende, cristianità e miti legati insieme. Il presepe rappresenta non solo un momento di svago con la famiglia ma anche un momento di raccoglimento dall’alto valore, scopriamo i suoi simboli così da comprenderne davvero il significato.

Il presepe serve a rappresentare, in modo fedele, il momento in cui Cristo venne messo al mondo con la Madonna, la mangiatoia e gli animali. Ancora oggi festeggiamo questo evento antico più di duemila anni, il suo nome deriva dai termini latini praesepium o praesepe e indica il gregge e la mangiatoia: gli elementi tipici della natività. A mettere in scena per la prima volta il presepe fu San Francesco d’Assisi nel 1233, è a lui che dobbiamo questa nostra tradizione.

In Italia tra i presepi famosi abbiamo sicuramente quello di origine napoletana dove le statuine vengono preparate in maniera seria per adattarsi a quella che è la parte che la tradizione ha dato loro.  Oggi vediamo la sacra famiglia per imparare qualcosa di più ogni giorno.

La sacra famiglia

Quando parliamo della sacra famiglia stiamo parlando del fulcro dell’intero presepe, posta nella grotta centrale del paesaggio a rappresentare la natività è il momento più importante della cristianità e dell’arte del presepe.

I personaggi presenti sono ovviamente:

Maria. La madonna vestita di rosso e con un mantello azzurro così come vuole la tradizione.
San Giuseppe. In viola e giallo.
Il piccolo Gesù appena nato. La tradizione vuole che sebbene il presepe si faccia l’8 dicembre solo il 25 mattina si possa mettere la statuina del bimbo all’interno del cesto di paglia.

In mezzo alla sacra famiglia ci sono il bue e l’asinello gli animali che con il loro fiato riscaldarono Cristo. All’interno del presepe è sempre importante come vengono posizionate queste statuine poiché è codificata anche la loro postura all’interno della grotta! Gesù è al centro protagonista della scena con la Madonna al lato vicina a lui e San Giuseppe posto subito dietro, in posizione leggermente arretrata a simboleggiare la sua importanza nella sacra famiglia anche se non come protagonista. All’interno dei vangeli la natività è affrontata molte volte:

Luca, per esempio, che si dice abbia ricevuto le confidenze dirette di Maria, si concentra tanto sulla figura della madre, nei suoi racconti è la Madonna in primo piano; nel suo racconto i re Magi e le stragi del re non sono mai menzionate. È Matteo l’apostolo che affronta la meglio la figura di Giuseppe la furia del re e la venuta dei re Magi.

“Il mondo nasce per ognun che nasce al mondo.” (Giovanni Pascoli)

© copyright 2021 – tutti i diritti sono riservati.