Cart 0

Articoli della settimana

cornuto Continua a leggere...

CORNUTO – PERCHE’ IL MARITO TRADITO E’ CHIAMATO…?

Non è chiaro il motivo per cui le corna sono simbolo dell’infedeltà coniugale. Ecco alcune possibili spiegazioni. Marito cornuto? Non è chiaro il motivo per cui le corna sono simbolo dell’infedeltà coniugale. Qualcuno suggerisce che l’aggettivo cornuto, nel senso di tradito, derivi dal maschio della capra (detto anche becco: da qui le espressioni “far becco”, “essere becco”) la cui compagna è nota per la disinvoltura con cui cambia partner.

Continua a leggere
STAI A GUARDÀ ER CAPELLO Continua a leggere...

STAI A GUARDÀ ER CAPELLO

Stai a guardà er capello “Naturalmente non bisogna bere molto vino, ma berlo spesso.” (Henri de Toulouse-Lautrec) Tra le espressioni più usate a Roma sicuramente “stai a guardà er capello“ ha un suo posto privilegiato. Questo modo di dire è tra quelli che più risuonano di più tra i giovani e tra chi parla romanesco. Questo perché Roma non è solo una città bellissima, con opere d’arte invidiate in tutto il mondo, ma anche un…

Continua a leggere
quannu 'a lingua Continua a leggere...

QUANNU ‘A LINGUA VOLI PARRARI, AVI PRIMA A LU CORI DIMANNARI

Quannu ‘a lingua voli parrari, avi prima a lu cori dimannari Terra ricca di profumi e sapori incredibili, la Sicilia è anche famosa per i suoi tantissimi modi di dire ed antichi detti che affondano le radici in una storia millenaria. Non a caso l’isola dispone di un immenso patrimonio culturale dal valore inestimabile. Spesso di origine ignota, i proverbi siciliani affrontano praticamente qualsiasi argomento e tematica, dall’amore all’amicizia, dalla famiglia al matrimonio e fino…

Continua a leggere
giri di parole Continua a leggere...

GIRI DI PAROLE

Parola pa-rò-la SIGNIFICATO Segmento organico indivisibile di suoni, che abbia significato anche da solo, con cui l’uomo comunica ETIMOLOGIA dal latino parabola ‘similitudine’, parabolé in greco, che è dal verbo parabàllo ‘confronto, metto a lato’.

Continua a leggere

Iscriviti alla newsletter

    Ho letto e capisco la Politica sulla privacy e sui cookies e accetto di ricevere comunicazioni commerciali personalizzate di Fenomenologia della lingua italiana.