Le Kids – le figlie degli oligarchi russi

Giovani e ricche si battono contro Putin: chi sono le kids

“La pace richiede quattro condizioni essenziali: verità, giustizia, amore e libertà.” (cit. Papa Paolo Giovanni II)

Chi sono le kids, un nome non certo lusinghiero, che si scagliano oggi contro Putin e la sua guerra utilizzando come arma i social e la loro influenza. Sono le figlie degli oligarchi ovvero dei magnati russi più potenti e dei politici che si oppongono pubblicamente alla guerra in Ucraina e al governo repressivo del proprio Paese. Vediamo chi sono le kids.

Karina Boguslavskij è la figlia primogenita del politico russo Irek, la sua famiglia è molto vicina a Vladimir Putin e suo padre ricopre la carica di membro del governo della Duma dal 2007. La giovane ha postato sui social chiedendo a gran voce che fosse fatta la pace compiendo così un atto che può essere considerato, nella Russia di oggi, come alto tradimento. Questo anche perché la figlia si rivolge al padre stesso, membro del governo per chiudere questa guerra e ripristinare la pace.

Tra le altre giovani russe che si oppongono alla guerra vi è anche Sofia Abramovich, il padre Roman Abramovich ha enormi poteri in patria, ricchezze oltre ogni dire e si è esposto di persona contro la guerra anche cedendo il Chelsea, la sua squadra di calcio e creando un fondo per le vittime di guerra. Sofia Abramovich seguendo le orme del padre non ha avuto remore nel dichiararsi contro questa lotta fratricida senza mezzi termini.

Maria Yumasheva ha solo 19 anni ma le idee molto chiare e tanto coraggio, come al solito ha lanciato il suo messaggio di pace tra i popoli del mondo e un ammonimento a fare la pace con l’Ucraina sui social così che tutto il mondo potesse leggerlo e condividerlo.

Il blu dell’Ucraina è sempre stato il mio colore preferito” ha proferito in un suo post su Instagram.

La giovane rappresenta un caso importante poiché è la nipote di Boris Eltsin, ex presidente Russo di cui Putin è stato braccio destro prima di salire al potere. Suo padre è invece un oligarca  chiamato Valentin Yumashev con un patrimonio immobiliare di immenso valore.

Fanno scalpore anche le parole di Ksenia Sobchak, la Paris Hilton russa, che spendeva i suoi soldi e la fama paterna in cene di gala, abiti di lusso e rincorsa alla moda. Anche lei lancia un messaggio di pace e speranza chiedendo a gran voce che la guerra con l’Ucraina cessi al più presto.

Non mi fido di un sistema in cui Putin prende tutte le decisioni, crediamo nella nostra capacità di cambiare la situazione”. (Cit. Ksenia Sobchak)

Infine, a chiudere il cerchio delle kids vi è anche Elizaveta Peskova, la figlia del portavoce del Governo russo Dmitry Peskov che ha scritto e poi cancellato diversi post per la pace. “No alla guerra”, questo era il suo messaggioal mondo di Instagram. Probabilmente la giovane è stata dissuasa dal lasciare tali messaggi sui propri social proprio dalla carica paterna e dalla possibilità di essere accusata di alto tradimento.

“La più grande bugia e di maggior successo del Cremlino è che la maggior parte dei russi sia con Putin” (Cit. Sofia Abramovich)

© copyright 2022 – tutti i diritti sono riservati.