CERCÀ MARIA PE’ ROMA

Cercà Maria pe’ Roma

Roma è una città enorme, con un bacino di persone eterogeneo e multietnico. Perdersi per le sue strade vuol dire trovare arte, cultura e paesaggi bellissimi. La città eterna è anche un luogo con una lingua tutta sua che include modi di dire tipici che devono assolutamente essere conosciuti come, per esempio, cercà Maria pe’ Roma.

Questo modo di dire ha origini antiche e in italiano può essere tradotto come cercare Maria per Roma ma cosa vuol dire davvero? Vediamo di scoprirlo insieme.Cerca’ Maria pe’ Roma è un modo di dire romanesco usato quando si vuole davvero esprimere la difficoltà di trovare qualcosa in un luogo enorme come Roma. La genesi di questo modo di dire però è davvero interessante e ne esistono due versioni: la prima è molto diretta e la usano i romani per spiegare questo modo di dire a chi non è di Roma, la seconda invece affonda le sue radici all’interno della storia di Roma.

Vediamo per prima la spiegazione semplice, quella di poche chiacchiere: Cercà Maria pe’ Roma vuol dire per l’appunto cercare qualcosa di davvero difficile da trovare, come per l’appunto trovare la donna giusta dentro una città enorme come Roma, confrontandosi con un nome così comune. In pratica Cercà Maria pe’ Roma, è il modo di dire romano per dire “cercare l’ago in un pagliaio”.

Tuttavia, la storia di questo modo di dire affonda le radici all’interno del mondo ecclesiastico, della religione che con Roma ha un legame molto stretto. Questo famosissimo detto infatti ha origine in un passaggio romano davvero difficile da trovare ovvero il Passetto del Biscione, vediamo di localizzarlo: si trova a Campo de Fiori e mette in comunicazione via di Grottapinta con via del Biscione.

Qui in età medievale vi erano due Chiese: Santa Barbara dei Librai e Santa Maria in Grottapinta, proprio in Santa Maria Grottapinta vi era contenuta un’icona raffigurante la Madonna della Divina Provvidenza, dipinta da Scipione Pulzone da Gaeta.

Quando la chiesa venne racchiusa al Palazzo degli Orsini, il dipinto fu subito spostato nella galleria del Passetto del Biscione. Questa raffigurazione di Maria divenne famosissima poi tra i fedeli quando nel 1796 venne acclamato il miracolo ovvero si disse che il quadro avesse mosso gli occhi.

L’idea del miracolo attirò tantissimi fedeli da tutta Italia ma una delle vie del Passetto venne chiusa e questo antico vicolo divenne ancor più difficile da trovare anche per i Romani e da qui deriva il modo di dire Cerca’ Maria pe’ Roma perché negli anni per i fedeli divenne un vero e proprio intricato rompicapo cercare questa immagine sacra attraverso l’immensità delle strade romane, soprattutto poi se la via era piccolissima, nascosta e senza uscita quindi con un singolo ingresso.

 

© copyright 2022 – tutti i diritti sono riservati