UNNI VOLI MANCU A BRORU

Unni voli mancu a broru

“– Ma tu ti cuoci solo cibi surgelati?
– Cuocerli? E chi li cuoce? Io neanche li scongelo. Li succhio come se fossero ghiaccioli!” (Woody Allen)

La Sicilia è una terra magnifica e bellissima dove la cultura incontra il mare più splendido e l’arte si espande per questa isola come la luce magnifica del sole.

Chiunque visiti la Sicilia non può non rimanere incantato dalle sue bellezze storiche e architettoniche così come da quelle naturali.

Tuttavia, quello che si deve sapere è che esiste una connessione molto stretta tra il siciliano e i siciliani ed è per questo che conoscere i modi di dire più tipici è l’unico modo per prepararsi a capire ciò che viene detto, questo perché molti modi di dire siciliani non possono essere davvero tradotti in italiano ma solo capiti.

Cominciamo quindi da “unni voli mancu a broru” un viaggio tra i 10 modi di dire siculi da conoscere assolutamente per prepararsi a un viaggio.

La prima cosa da dire è che sentirsi rivolgere con questo modo di dire non è davvero bello perché non è affatto lusinghiero, infatti, tradotto in italiano diventa non ne vuole nemmeno a brodo, tuttavia, in questo modo questa frase perde tutta la sua sottile forma d’ironia tipica della cultura siciliana.

Unni voli mancu a broru” si riferisce a quelle persone così pigre e indolenti che non sono capaci di fare nulla di ciò che viene detto loro o di quello che dovrebbero fare, da qui l’ironia: non ne vuole (sapere) nemmeno (se una cosa è) a brodo è un modo metaforico di rappresentare la pigrizia estremamente elegante.

Come immagine mentale è davvero efficace, una persona così indolente da non voler bere o mangiare nemmeno un brodo ecco perché nella parlata siciliana tipica unni voli mancu a broru si usa per rivolgersi quotidianamente a quelle persone che non hanno voglia di fare niente e che, soprattutto, non riuscirebbero a capire una nozione nemmeno se essa venisse fatta bere loro.

Per fare un esempio pratico è possibile sentire questo modo di dire risuonare nelle case siciliane mentre madri e padri si rivolgono parole costernate sui propri figli che non vogliono proprio studiare.

“Ogni volta che sento il bisogno di studiare qualcosa, mi sdraio fino a quando non va via” (Terry)

© copyright 2022 – tutti i diritti sono riservati.