ESSERE COME L’ORCIO DEI POVERI

Significa essere una persona scurrile, oscena. L’origine della locuzione risale al fatto che, un tempo, i liquidi alimentari, specialmente l’olio, venivano conservati in grandi recipienti di terracotta di varie forme e con la bocca ristretta, chiamati appunto “orci”. I poveri, a causa delle loro condizioni disagiate, dovevano accontentarsi di contenitori malridotti, spesso sudici. Da qui deriva l’uso figurato odierno.
(Fonte Almanacco)