SI’ PROPRIO NA SAMENTA

SAMENTA

“I napoletani hanno un modo raffinato e tutto loro di insultarsi l’un l’altro con grande disinvoltura” (cit. Anonimo)

I dialetti italiani ci fanno scoprire, ogni giorno, nuovi e pittoreschi modi di insultare chi non ci sta propriamente simpatico.
Questi modi di dire entrati nel gergo popolare vengono usati sempre più spesso eppure non tutti ne conoscono le origini.

Proprio per questo parliamo del modo di dire napoletano “si’ proprio na samenta”, cosa vuol dire e da dove si origina questo curiosissimo insulto? Vediamolo insieme.

Origine del detto

La samenta in napoletano ha come significato quello di cloaca ovvero un dotto fognario di antico utilizzo; partendo da questo presupposto possiamo già capire cosa voglia dire in napoletano si’ proprio na samenta!

Perché però qui a Napoli si usa questa parola così particolare per indicare le fognature e tutta la sporcizia e le deiezioni umane che contengono?

Secondo diversi studiosi, tra i quali spicca Raffaele Bracale, la risposta è semplice: i sistemi fognari romani erano costruiti in terracotta e siccome l’isola di Samo era famosa per la produzione di vasi e opere di terracotta ecco che la cloaca e le condutture che portavano alla fogna venivano definite in questo modo.

Questo insulto napoletano, come abbiamo visto è davvero un brutto e lapidario modo di riferirsi indifferentemente a un uomo o a una donna, nel termine dispregiativo massimo li si paragona a tutto ciò che scorre nelle fogne, tutte le feci umane e molto altro.

“Gli insulti a Napoli nascono dal popolo, dalla sua saggezza e dalla capacità di trovare gli accostamenti più curiosi tra oggetti e persone” (cit. Raffaele Bracale)

© copyright 2022 – tutti i diritti sono riservati.