LE LOCUZIONI LATINE PIU’ BELLE E FAMOSE DI SEMPRE

Oggi parliamo di locuzioni ma cosa hanno da significare?

Una locuzione, nella grammatica e nel dizionario tradizionale, indica un gruppo di parole in relazione grammaticale tra loro, costituente un’unità autonoma del lessico.

Secondo l’opera del filosofo del linguaggio inglese John Langshaw Austin, per locuzioni si intendono gli atti locutori, che (insieme a perlocuzioni e illocuzioni) costituiscono uno degli aspetti dell’atto linguistico. In particolare, secondo Austin la locuzione è la produzione di enunciati grammaticali (cioè corretti secondo le regole di una lingua) (Fonte Wikipedia).

LOCUZIONI LATINE

LATINO / ITALIANO

  • Acta est fabula     La commedia è finita.
  • A fortiori                 A maggior ragione
  • A potiori                  Da un punto di vista più valido
  • Ad maiora!             A successi più grandi!
  • Ad quid?                  A quale scopo? Per quale motivo?
  • Alea iacta est         Il dado è tratto
  • Alter ego                  Un altro me stesso
  • Audaces fortuna iuvat La fortuna aiuta gli audaci.
  • Ave, Caesar, morituri te salutant Ave, Cesare, quelli che vanno a morire ti salutano
  • Beati monoculi in terra cæcorum Beati i guerci nel paese dei ciechi
  • Carpe diem             Cogli l’attimo
  • Casus belli              Motivo della guerra
  • Cogito ergo sum   Penso, dunque sono
  • Condicio sine qua non Condizione senza la quale non si può verificare un evento.
  • Cui bonum?            A che serve?
  • Cui prodest?           A chi giova?
  • De gustibus non est disputandum I gusti non si discutono
  • Dictum factum      Detto fatto
  • Divide et impera  Dividi e comanda
  • Dulcis in fundo     Il dolce giunge alla fine del pasto
  • Errare humanum est, perseverare autem diabolicum Sbagliare è umano, ma perseverare nell’errore è diabolico
  • Ex abrupto              Improvvisamente
  • Excusatio non petita, accusatio manifesta Scusa non richiesta, accusa manifesta [Se non hai niente di cui giustificarti, non scusarti]
  • Extrema ratio        Ultimo argomento
  • Facta non verba    Fatti, non parole!
  • Fiat lux                     Sia fatta la luce
  • Fluctuat nec mergitur È sbattuta dalle onde, ma non affonda
  • Frangar, non flectar Mi spezzo, ma non mi piego
  • Gutta cavat lapidem non vi, sed saepe cadendo Cadendo, la goccia scava la pietra, non per la sua forza, ma per la sua costanza
  • Habere non haberi Possedere e non essere posseduti
  • Hic et nunc            Qui e ora.
  • Homines, nihil agendo, agere consuescunt male Gli uomini, non facendo nulla, si abituano a fare malamente
  • Homo faber fortunae suae L’uomo è l’artefice della propria sorte
  • Homo homini lupus L’uomo è un lupo per gli altri uomini
  • Honoris causa       A titolo d’onore
  • Ictu oculi                 A colpo d’occhio
  • In extremis             All’ultimo momento
  • In medio stat virtus La virtù sta nel mezzo
  • Inter nos                  Tra di noi
  • In vino veritas       Nel vino è la verità
  • Ioci causa                Per scherzo
  • Ipso facto               Automaticamente
  • Lapsus calami       Errore di penna
  • Lapsus linguæ       Uno scivolone della lingua
  • Lectio brevis          Lettura, lezione breve
  • Lupus in fabula    Il lupo nel racconto (si dice di persona oggetto di discorso che sopraggiunge improvvisamente)
  • Mala tempora currunt sed peiora parantur Corrono brutti tempi, ma se ne preparano di peggiori
  • Melius abundare quam deficere Meglio eccedere che scarseggiare
  • Memento audere semper Ricorda di osare sempre
  • Memento homo, quia pulvis es et in pulverem reverteris Ricorda uomo, che polvere sei e polvere ritornerai
  • Memento mori      Ricorda che devi morire
  • Mens sana in corpore sano             Mente sana in un corpo sano
  • Mors tua vita mea La tua morte è la mia vita [la tua sconfitta corrisponde alla mia vittoria]
  • Multos inimicos, honorem multum Molti nemici, molto onore
  • Mutatis mutandis     Cambiando ciò che si deve cambiare
  • Necessitate cogente Sotto la spinta della necessità
  • Nec vivere carmina possunt quae scribuntur acquae potoribus I versi scritti dai bevitori d’acqua non possono piacere né durare a lungo
  • Nemo propheta in patria      Nessuno è profeta in  patria
  • Nosce te ipsum        Conosci te stesso.
  • Obtorto collo            A collo torto [contro voglia]
  • Ora et labora             Prega e lavora
  • Prima facie                Al primo aspetto, all’apparenza
  • Qui gladio ferit gladio perit Chi di spada ferisce di spada perisce
  • Qui pro quo               Falsa interpretazione
  • Quis custodiet ipsos custodes? Chi controlla i controllori?
  • Quo vadis?                 Dove vai?
  • Repetita iuvant        Giova ripetere le cose
  • Sic transit gloria mundi Così passa la gloria del mondo
  • Sine causa                  Senza motivo
  • Sine glossa                 Senza calmanti (vivere appieno, riferito al Vangelo)
  • Si vis pacem, para bellum Se vuoi la pace, prepara la guerra
  • Super partes             Al di sopra delle parti
  • Una hirundo non facit ver Una rondine non fa primavera
  • Ut supra                      Come sopra
  • Veni, vidi, vici          Sono venuto, ho visto, ho vinto
  • Veritas filia temporis La verità è figlia del tempo

 

Piaciute queste locuzioni?

Ne conoscete delle altre?

Speculiamo!

© copyright 2021 – tutti i diritti sono riservati