CU MANCIA FA MUDDICHI

Cu mancia fa muddichi

“Senza vedere la Sicilia non si può capire l’Italia. La Sicilia è la chiave di tutto”(Johann Wolfgang von Goethe)

Mettere piede in Sicilia vuol dire trovarsi all’interno di un’isola magnifica dove mare, sole e bellezze naturali incantano e stupiscono ogni volta.

La Sicilia non è una terra fatta di sole bellezze ma anche di reperti storici, multiculturalità, e diversi siti patrimonio UNESCO e all’interno della lingua sicula sono nascosti modi di dire davvero unici, intraducibili per chi non è dell’isola me che devono essere conosciuti, non solo per capire da dove provengono ma anche per visitare la Sicilia conoscendo i modi di dire più tipici e comuni.“Cu mancia fa mudicchi”, per esempio, è uno di quei modi di dire che non possono essere tradotti senza perdere molto della loro espressività, vediamo insieme che significa e cosa vuol dire in verità.

“Cu mancia fa mudicchi” espresso in italiano vuol dire: chi mangia fa briciole, eppure non ha nulla a che fare, questo modo di dire, con la cucina ma piuttosto con l’azione, e serve a identificare una realtà molto importante della vita ovvero che chi fa qualcosa commette sempre degli errori.

Infatti, proprio come quando si mangia si lasciano delle briciole, ovvero si spreca un po’ di cibo commettendo un errore quando si lavora o si compie un’azione è possibile lasciare indietro una scia di errori fatti che segnino il cammino.

“Cu mancia fa mudicchi” in Sicilia è più di un’espressione dialettale, di un modo di dire ma una vera e propria perla di saggezza popolare, uno stile di vita e di accettazione del presente e del passato perché tutti possono fare piccoli errori durante il percorso ma l’importante è saperli accettare e andare avanti.

Infondo quando si mangia e si fanno briciole basta spazzare il pavimento per far tornare tutto nella norma ed è così che gli errori vanno presi: basta porvi rimedio per imparare qualcosa in più. Meglio qualcuno che sbagliando impara che chi non porta mai a termine nulla.

Infine, “cu mancia fa mudicchi” ha anche una seconda eccezione meno usata ma comunque utile da conoscere e che si rifà proprio alla scia di molliche di cui abbiamo parlato prima, visto da un altro lato questo detto popolare può essere usato per avvertire chi vuole fare qualcosa in segreto senza che nessuno se ne accorga, in questa eccezione vuol dire: è impossibile compiere un qualche gesto di nascosto perché si lasciano sempre tracce.

“Ho scoperto che imparo sempre più dai miei errori che dai miei successi. Se non fai degli sbagli, non stai cogliendo abbastanza opportunità.” (John Sculley)

© copyright 2022 – tutti i diritti sono riservati.