GLUGGAVEDUR – UNA PAROLA MOLTO ROMANTICA

Gluggavedur

“Ci vogliono sia il sole sia la pioggia per fare un arcobaleno.” (Marcia Powers)

Nel mondo esistono delle parole davvero bellissime e poetiche che devono essere conosciute, sono così curiose e straordinarie che quando le impariamo davvero il nostro mondo cambia e scopriamo che la fantasia umana è arrivata a racchiudere significati e sensazioni in pochissime sillabe.

Per esempio, gluggavedur cosa vuol dire? Scoprirlo ci porterà a fare un viaggio interessante all’interno dell’Islanda e delle sue tradizioni. Il popolo islandese discende dagli antichi vichinghi e vive in una terra bellissima ma dura dove il tempo può essere un vero e proprio nemico da combattere ed è da qui che nasce la parola gluggavedur che tradotta in italiano suona come finestra-tempo essendo composta dalla parola gluggi ovvero finestra e veður che vuool dire meteo.

Così tradotta però la parola perde tutto il suo mistico significato, andiamo a vederlo insieme per scoprire una delle parole più curiose del mondo, gluggavedur è una parola che contiene all’interno un significato molto lungo e complesso che può essere spiegato come quel tempo molto bello da vedere mentre si è all’interno del tepore di una casa, magari sotto le coperte oppure davanti al camino, ma che all’esterno congelerebbe e potrebbe essere davvero fastidioso e perfino pericoloso.

“Se non ti piace il tempo islandese adesso, aspetta cinque minuti: probabilmente peggiorerà.” (proverbio islandese)

In Islanda, infatti, alle volte il tempo può apparire meraviglioso se ci si trova all’interno di una casa con tutti i comfort ma essere davvero inclemente per chi si trova davvero al gelo. Sebbene dalle nostre parti il clima sia più mite è possibile utilizzare la parola gluggavedur, per esempio, quando in alcune parti d’Italia fuori nevica abbondantemente e sembra tutto bellissimo se guardato dalla finestra ma non appena si esce di casa per fare delle commissioni il vento taglia la faccia e il gelo aggredisce ogni parte del corpo.

Questa parola, quindi, è perfetta da utilizzare in quei momenti in cui il meteo è meraviglio da apprezzare dall’interno di una casa ma in cui non è particolar mente bello stare fuori.

“Incolpare il brutto tempo di esistere è come prendersela con l’inventore del sistema metrico perché ce l’hai piccolo.” (Anonimo)

© copyright 2022 – tutti i diritti sono riservati.