L’unica cosa nella mia testa era la sua voce che diceva: “Ti amo”.

Nel marzo 2019, la mia ragazza ha rotto con me.

Sono rimasto senza capire. Sono tornato a casa e per tutto il tragitto mi sono chiesto: “Perché?”
L’unica cosa nella mia testa era la sua voce che diceva: “Ti amo”.

– Ho passato un mese a cercare risposte a quanto stava accadendo.
Un giorno, sono entrato nella stanza di mio padre e gli ho chiesto: “Papà, ha detto che mi amava.
“Figliolo, quando qualcuno entra nella tua vita e dopo un pò di tempo se ne va, può essere tutto fuorché amore.
Non supererai mai i tuoi traumi se continui a cercare la logica in amore, costruisci una nuova storia “.
Gli ho chiesto: “E da dove viene quella forza per iniziare qualcosa di nuovo?”
“Non preoccuparti, ogni inizio viene da una fine.”
– Una settimana dopo, a mio padre fu diagnosticata una malattia rara e degenerativa che lo avrebbe ucciso in un attimo.
Mia madre non l’ha abbandonato, è rimasta.

-Mio padre usciva ogni venerdì a mangiare la pizza con due fratelli.
Quando ha smesso di camminare, i miei zii hanno iniziato a portare la pizza qui a casa.
Hanno detto: “Senza tuo padre, non è divertente.”

– Mio padre ha sempre avuto tre amici con cui programmano le attività, quest’anno mio padre non può andare, perché non cammina più.

– Gli amici di mio padre hanno portato la foto di loro quattro.
Hanno inchiodato la foto l’uno dell’altro al muro della stanza e hanno detto: “Ora, la nostra casa è la tua casa”.
Mio padre ha pianto.

– I miei genitori hanno compiuto 29 anni di matrimonio a giugno, hanno sempre ballato quel giorno per festeggiare, ma oggi mio padre non riesce più ad alzarsi.
Mia madre è entrata nella stanza e ha messo la musica che gli piaceva di più e hanno ballato.
Ha detto: “Figlio mio, porta la sedia a rotelle”.
Ho chiesto: “Cosa hai intenzione di fare?”
Rispose: “Cosa farebbe tuo padre per te se fosse il contrario.”
Mia madre mise mio padre sulla sedia, si inginocchiò accanto a lui e disse: “Balliamo”, mio ​​padre piangendo disse come? Abbracciò mio padre e fece girare la sedia, rimase in ginocchio tutta la musica.
Dopo aver visto quella scena, sono tornato nella mia stanza con gli occhi allagati, e consapevole di aver imparato cosa fosse il vero amore.

– Ho deciso di aprire il portatile e scrivere questo testo, perché oggi vedo che il mondo sta distorcendo e complicando troppo l’amore.

Questo mucchio di regole e richieste sono cose create dalla testa.

Vecchio, ovunque tu sia, non so se lo sai, ma attraverso te ho imparato a camminare e ad amare davvero.
Il resto è un’illusione.

(Fonte Web)