LO SCUDO

Interessi diversi per gente diversa.

Gli antichi Minoici e Micenei usavano il Dipylon; uno scudo a forma di 8 in pelle di bovino che offriva una protezione del corpo buona ma flessibile ed era abbastanza leggero da essere utilizzato in un paese non pianeggiante. È molto simile nelle caratteristiche agli scudi Zulu.

Ai ragazzi spartani era detto dalle loro madri di tornare “Con il tuo Hoplon o sopra di esso”. Vinci o muori. Il grande scudo rotondo di bronzo era la tecnologia militare all’avanguardia del suo tempo.

Lo Scutum romano è probabilmente il primo della lista degli scudi di fanteria per molte ragioni, ma ditelo al povero legionario che doveva portarlo in giro ogni giorno. Per la fanteria pesante si desidera un grande scudo per coprire il corpo, molto pesante. Utile in presenza di buone strade e terreni di battaglia pianeggianti.

Anche gli antichi cinesi arrivarono indipendentemente a una versione dello scutum. Questo grande scudo rettangolare di fanteria pesante è del periodo degli Stati Combattenti.

I guerrieri di terracotta della dinastia Han sono armati con uno scudo di zucca che sembra essere una versione più piccola di uno scudo pesante e sembra che sia destinato all’uso in un muro di scudi.

La fanteria più leggera come i lanciatori di giavellotto, i peltasti ecc. Valorizzavano il movimento rispetto alla sicurezza. Puoi correre più velocemente con un piccolo scudo in vimini leggero.

La cavalleria di epoca romana non poteva usare uno scutum su un cavallo, quindi usava uno scudo ovale.

Sembra che la cavalleria della dinastia Song abbia rinunciato allo scudo e abbia optato invece per armature più pesanti. Questo è quello che è successo ai cavalieri europei nel Medioevo.

(Fonte Web D.Clancy)