APRIRE IL VASO DI PANDORA

Aprire il vaso di Pandora: origini e significato del modo di dire

Nel linguaggio di tutti i giorni è possibile che ci si imbatta nell’espressione “Aprire il vaso di Pandora”, un modo di dire che ha radici antichissime, che affondano nell’antica Grecia e negli antichi miti della fondazione del mondo.Questo modo di dire viene usato per alludere metaforicamente alla scoperta di un problema o di una serie di problemi rimasti nascosti per moltissimo tempo e che una volta venuti a galla non è più possibile ignorare. “Aprire il vaso di Pandora”, quindi è una metafora davvero semplice da capire per tutti e sta a indicare quel momento in cui un’azione, apparentemente innocua, fatta anche per sbaglio ha conseguenze negative di grande portata.

Dopo aver scoperto le sue antiche origini è giusto chiedersi da dove si origina il detto popolare?

ORIGINE

Questo proverbio di saggezza popolare risale al VIII secolo a.C. in una delle opere fondamentali di Esiodo: “Le opere e i giorni”.  

Qui il poeta greco narra di quando Zeus, per vendicarsi del furto del fuoco da parte del titano Prometeo, decise di donare la prima donna mortale agli uomini: tutte le divinità parteciparono . Era le insegnò le arti manuali femminili, Apollo la musica e l’arte in generale, Ermes le donò la curiosità e infine Atena la rese viva.

Sebbene questo potesse sembrare un dono portatore di gioia lo scopo di Zeus era la vendetta e Pandora era stata creata con il compito di portare, a sua insaputa, la perdizione al genere umano.

Come? Con la curiosità! Il padre degli Dei donò a Pandora un vaso in cui racchiuse tutti i mali del mondo e le raccomandò di non aprirlo ma lei vinta dalla curiosità non riuscì a trattenersi, lo aprì e ne fece scaturire tutti i mali che poi avrebbero afflitto il genere umano per l’eternità.

Prima di allora gli uomini, infatti, avevano vissuto liberi da dolori, malattie, fatiche e vizi. Il mondo si trasformò in un deserto arido e privo di vita dove solo la sofferenza regnava sovrana.

Pandora dovette riaprire il vaso una seconda volta per lasciar uscire la speranza rimasta ancora prigioniera al suo interno per ridare vita ai deserti. Passando di secolo in secolo e di trasformazione è facile capire perché oggi aprire il vaso di Pandora voglia dire scoperchiare una situazione in cui problemi, mali e fatiche vengono a galla e non possono essere più ignorati.

Il mito di Pandora e del vaso è talmente noto a livello internazionale che tutti conoscono tanto e vero che un personaggio così famoso come Masashi Kishimoto, autore del famoso manga Naruto lo ha usato come base per il suo nuovo fumetto: Samurai 8: La leggenda di Hachimaru.

© copyright 2021 – tutti i diritti sono riservati