JIM BELUSHI

No, non avete visto male, quello nella foto è proprio Jim Belushi; ma… cos’è quella cosa all’interno di quei contenitori di vetro?!

Sì, il vosto sospetto è esatto e, no, non si tratta del set di un film, né di una foto scherzo, né di un fotomontaggio…

Jim Belushi è un attore americano di origine albanese, fratello dell’altrettanto (come minimo) noto John (Blues Brothers, morì di overdose negli anni 80).

Negli anni, Jim si è reso famoso in tutto il mondo grazie a numerose interpretazioni in diverse produzioni hollywoodiane e serie televisive.

Da ragazzo

Jim era un adolescente ribelle: si cacciava spesso nei guai, compiendo piccoli crimini che spaziavano dal rubare un po’ di carburante al guidare senza patente sotto l’età consentita: insomma, la vita secondo Jim era licenza e menefreghismo!

Fu un suo insegnante del liceo che pensò bene di ridirezionare l’energia di questo adolescente ribelle verso il teatro, facendolo partecipare alla recita scolastica.

A Jim l’esperienza piacque, e lo stratagemma funzionò: dopo aver ottenuto il diploma, Jim decise di proseguire gli studi in un’accademia di teatro.

Dopo la laurea, Belushi si aggregò al fratello e alla troupe di cui John faceva parte, e da lì arrivarono le prime parti per la televisione, tra cui un ruolo fisso in una serie con Micheal Keaton su CBS.

Dopo essersi messo in mostra grazie a ruoli minori in film di successo quali Strade violente e Una poltrona per due, Belushi ottenne quella che sarebbe stata la sua partecipazione di maggior rilievo e più ampio respiro (anche se in Italia è meno nota, per ovvi motivi) ovvero quella al Saturday Night Live, dove apparve in 33 episodi tra il 1983 e il 1985.

In seguito, Jim partecipò ad alcuni film (rivolti per lo più a un pubblico di bambini e adolescenti) di discreto successo, quali A proposito della notte scorsa…, The Principal – Una classe violenta, Una promessa è una promessa e Danko con Schwarzenegger, e quello per cui è meglio ricordato a Hollywood, ovvero Un poliziotto a 4 zampe.

Jim fu decisamente più fortunato con la TV, partecipando a serie quali Show Me a Hero, Wild Palms, Aaahh! Real Monsters e, naturalmente, La vita secondo Jim.

Dopo La vita secondo Jim, Jim partecipò alla serie The Defenders (no, non parla di supereroi, ma di avvocati) che fu cancellata subito dopo la prima stagione, pur essendo stata bene accolta dalla critica e aver retto il peso di andare in onda su CBS (stiamo parlando di circa 10 milioni di spettatori da soddisfare a serata).

Più di recente, Jim ha partecipato a diversi film e serie TV minori: tra le serie si cita Twin Peaks, e tra i film La ruota delle meraviglie(2017) con Kate Winslet, che avrebbe potuto e dovuto essere il suo gran ritorno, ma invece fece piuttosto male, sia al botteghino che nell’occhio della critica.

Dopo un pilot girato nel 2017 e rilasciato nel 2018, Belushi scomparve nel nulla, smettendo totalmente di apparire sugli schermi televisivi e nei cinema americani. Come mai?

Qui si ritorna alla foto in cima: Belushi ha deciso di aprire una piantagione di marijuana in Oregon (dove l’erba è legale per tutti gli usi dai 21 anni in su) della quale ora vive, senza apparentemente nessun desiderio o necessità di tornare a recitare!

(Attenzione, questa non vuole essere la solita trita apologia per la legalizzazione, troppo spesso spinta dalla necessità di adattarsi e compiacere, o tirare l’acqua al proprio mulino.

Si tratta solo di un report sull’attore Jim Belushi. La cannabis va acquistata e coltivata secondo le leggi del paese dove si vive, e si assume a proprio rischio e pericolo).

Vabbè, non resta che augure al nostro Jim un buon ritiro; e anche un buon raccolto!

(Fonte Web Sam Di Giorgio)