MOMENTO CURIOSITÀ – Knocker-Up, la sveglia del XIX secolo

Mary Smith era una Knocker-up che guadagnava sei pence alla settimana per sparare piselli secchi alle finestre degli operai per svegliarli.

Un Knocker-up (a volte noto come knocker-upper, che tradotto in italiano significherebbe “sveglia”) era una professione in Inghilterra e Irlanda durante la Rivoluzione Industriale e gli anni 1920, prima che le sveglie fossero inventate, e quelle inventate nei tempi successivi non erano affidabili ed erano troppo costose. Questo lavoro consisteva nel svegliare le persone in modo che potessero arrivare in tempo ai loro rispettivi lavori.

Il knock-up usava un bastone o un bastoncino per bussare alla porta delle case dei suoi clienti, o un bastone lungo, di solito fatto di bambù, per raggiungere finestre o piani alti.
Alcuni usavano cerbottane. Il pagamento era settimanale e il knock-up non poteva andarsene fino a che non era sicuro che il suo cliente si fosse svegliato.

C’era un gran numero di persone che facevano questo lavoro, specialmente nelle grandi città industriali come Manchester.

Di solito veniva fatto da uomini e donne anziani, ma a volte gli agenti di polizia guadagnavano qualche soldo extra facendo questo lavoro durante i loro round mattutini.

Mary Smith e sua figlia Molly Moore hanno usato un tubo di gomma che faceva da cerbottana per lanciare piselli secchi alle finestre dei loro clienti nell’East End di Londra. Sono state pagate pochi centesimi per questo lavoro e non hanno lasciato una finestra fino a quando non erano sicure che il loro cliente si fosse svegliato. Si ritiene che la figlia di Mary Smith, Molly, sia l’ultima Knocker-up inglese.

(Fonte FB Curiosità)