CHI CHIAGNE FOTTE A CHI RIRE

Chi chiagne fotte a chi rire

“Non bisogna aver paura di piangere. Non bisogna frenare le lacrime quando vogliono uscire. Un uomo deve saper piangere.” (Sandro Pertini)

Napoli è una città magica e bellissima, qui mare, sole e cultura sono presenti in misura uguale. Eppure non è solo questo è anche un luogo dove varie culture si intrecciano dando una vivacità davvero fantastica, ciò nonostante non è facile per chi non è partenopeo capire i modi di dire in napoletano e le loro sfaccettature di significato.Vediamo, per esempio, “chi chiagne fotte a chi rire” cosa vuol dire? Può sembrare facile da capire ma non è così, in italiano potrebbe essere tradotto con chi piange frega chi ride ed è un vero e proprio esempio di saggezza popolare che deve essere indagato a fondo.

Questo modo di dire è davvero molto usato a Napoli e si riferisce in particolare a tutti gli individui che tendono, per vari motivi, a lamentarsi e ad affrontare la vita sempre con un sospiro e un lamento.

“Chi chiagne fotte a chi rire” quindi è un modo di riferirsi verso qualcuno che è spesso solito piangersi addosso eppure non è solo questo, il suo vero significato affonda nella saggezza vernacolare, in quella dei vicoli.

Nello specifico questo modo di dire insegna, in maniera metà ironica e metà cinica che chi piange fa qualcosa di conveniente, lamentarsi quindi è spesso un metodo convincente per ottenere ciò che si vuole.

Spesso, infatti, chi sopporta con dignità nascondendo i propri disagi viene ignorato e dimenticato da chi gli sta intorno mentre, chi si lamenta riesce a ottenere davvero tantissime attenzioni e viene, molto spesso accontentato.

La saggezza napoletana, quindi, prende molto sul serio chi non si lamenta, chi assolve ai propri compiti senza che nulla possa turbarlo e fa in modo che le avversità della vita non lo abbattano ed è proprio per questo che nasce il detto chi chiagne fotte a chi rire, spesso pronunciato con una punta di amarezza: sta a indicare che nonostante il rispetto che una persona stoica e coriacea nella vita reale, lamentarsi e piangersi addosso è conveniente poiché non sempre la realtà è giusta.

“Non so se ci sono al mondo parole tanto efficaci né oratori tanto eloquenti come le lacrime.” (Lope De Vega)

© copyright 2022 – tutti i diritti sono riservati.