AMMA FATT 30 FACIMM PUR 31

Questa espressione significa che chi ha compiuto gran parte di un’opera può ben completarla, finendo il poco che gli è rimasto. Il proverbio è usato anche per incitare chi, con un piccolo sforzo aggiuntivo, potrebbe conseguire un gran risultato.

Questo modo di dire proverbiale nasce da una battuta attribuita a papa Leone X.

Nel quinto concistoro del suo pontificato, avvenuto il 1º luglio del 1517, Leone X nominò in un solo colpo 30 nuovi cardinali.

Dopo aver annunciato le nuove nomine, il papa si accorse di aver dimenticato un religioso assai stimato e all’ ultimo momento decise di aggiungerlo alla lista, dicendo: “chi ha fatto 30 può far 31”.

Il popolino cominciò quindi a parafrasare l’evento con il termine “trenta e trentuno”, mutato poi nel tempo in “amma fatt 30 facimm pur 31”

© copyright 2022 – tutti i diritti sono riservati.