SATIRIASI

Cosa è la satiriasi?

È una domanda che qualcuno può porsi leggendo qualche vecchio testo di medicina o qualche libro più o meno hot leggermente datato.

Il termine ha una derivazione dapprima greca dal termine σατυρίασις  poi trasmessa al l tardo latino nella  parola Satyriasis. Nello specifico la satiriasi è una patologia di tipo morboso dove il pene maschile rimane eretto molto a lungo, a questa tensione spesso si

accompagna una voglia afrodisiaca di sesso.Questa voce deriva, come è facile capire, dalla figura del satiro un essere silvano della mitologia antica dal busto d’uomo e dalle gambe e dal membro maschile di caprone, puzzolenti e sudici i satiri venivano raffigurati come esseri mitologici adoranti il dio Bacco e che ogni giorno erano alla ricerca di Ninfe con cui consumare i loro ardori sessuali mai sopiti.

Il termine satiriasi era molto usato in medicina fino a qualche decennio fa e stava per l’appunto a indicare una patologia di tipo morboso che aumentava l’istinto sessuale nel maschio fino a farne una vittima di pensieri e impulsi di natura sessuale ai quali è impossibile resistere e bisogna dare immediatamente libero sfogo. Coloro che si diceva ne fossero affetti erano incapaci di controllare questi impulsi avevano erezioni molto frequenti ed erano portati all’autoerotismo e alla masturbazione intensa.

Sebbene questa descrizione sembri indicare, un po’ giocosamente, tutti i giovani uomini alla scoperta della masturbazione e della propria sessualità non va presa alla leggera poiché può divenire una condizione imbarazzante e davvero fastidiosa per chi ne è affetto e può derivare da alterazioni di tipo ormonale o nervoso.

Oggi il termine satiriasi non viene più utilizzato, la medicina e la sessuologia ha infatti esteso il concetto e trasformato questo termine in un altro più calzante ovvero la ipersessualità, un concetto ombrello dove viene inclusa anche la controparte femminile della satiriasi ovvero la ninfomania (a volte, come già in greco, è stato anche inteso come sinon. di priapismo).

Per chi volesse meglio conoscere questo termine è possibile fare l’esempio dei due film di Lars Von Trier Nymphomaniac I e II dove vengono messe in luce molte perversioni di tipo sessuale senza nessun filtro.

© copyright 2021 – tutti i diritti sono riservati.