AZUMA HIKARI: UN ASSISTENTE VIRTUALE GEISHA

Azuma Hikari è un assistente virtuale, un virtual home robot per la casa del futuro, pronto a darti una mano e a semplificarti la vita negli impegni di ogni giorno. È un assistente virtuale particolare, perché è un ologramma.

In questo articolo ti diremo come funziona e il suo prezzo.

Come funziona l’assistente virtuale che vuole diventare la tua geisha?

“MI chiamo Azuma Hikari, ho 20 anni, sono alta un metro e 58, la mia specialità è preparare le uova fritte. Amo le ciambelle, odio gli insetti e il mio sogno è diventare un’eroina per aiutare tutte le persone che lavorano molto”. Lei si presenta così. È un assistente virtuale molto particolare: è un ologramma, un robot domestico virtuale dalle sembianze femminili. Ma a differenza di altri assistenti virtuali Azuma riempie di attenzioni il suo padrone, quasi come una moglie virtuale, anzi come una geisha virtuale.

Gatebox, che ha progettato e realizzato Azuma Hikari, lo definisce un robot, un home robot virtuale. Un robot domestico perché il suo obiettivo, come quello di tutti i robot domestici, è quello di svolgere una serie di funzioni che possano semplificarci la vita in casa. Accendere e spegnere le luci, gestire gli elettrodomestici, gli impianti di climatizzazione o gli impianti di sicurezza, informarci se durante la nostra assenza qualcosa non va, e fornirci una serie di informazioni di nostro interesse.

In realtà Azuma Hikari più che un robot vero e proprio è una forma di intelligenza artificiale simile a Siri, l’assistente virtuale degli iPhone, e Cortana, l’assistente personale di Windows 10.
Possiamo dire che il suo funzionamento è a metà tra quello di robot come Tapia o Jibot robot e di app come Siri e Cortana. Con alcune caratteristiche particolari: è una forma di intelligenza artificiale pensata per semplificarci la vita a casa, soprattutto se durante il giorno siamo molto occupati. È un ologramma. In qualche modo esiste, ha forma umana, vive all’interno del suo box e fa di tutto per cercare di compiacere il suo padrone.

Azuma Hikari è sempre connessa a Internet grazie al wifi dal quale riceve e invia continuamente dati. È grazie alla sua connessione Internet che questo assistente virtuale si mantiene connesso con il suo padrone durante la giornata, anche quando quest’ultimo si trova lontano da casa. I sensori consentono a questo ologramma di riconoscerti e di percepire la tua presenza.

Quale lingua parla Azuma Hikari

In questo momento Azuma Hikari, parla, comprende e scrive solo in giapponese. Uno smartphone è necessario per comunicare con questo assistente virtuale. Al momento sono supportati solo i modelli di iPhone e Android più recenti. C’è da aspettarsi che Gatebox in futuro inventi altri personaggi, non necessariamente femminili, per il suo ologramma-assistente virtuale.

Azuma Hikari, prezzo dell’assistente virtuale e dove comprarlo

Puoi comprare Azuma Hikari attualmente solo se vivi in Giappone o negli Stati Uniti. Il suo prezzo è di 298 mila yen, tasse escluse (circa 2400 euro tasse escluse).

(Fonte https://www.robotiko.it/azuma-hikari-ologramma-assistente-virtuale/)