ALLOTRIOPHAGIA – LA SINDROME DELLA PICA

La parola allotriophagia significa “mangiare strano”, è una combinazione di “allotrio”, che significa strano, e “phagia”, che significa mangiare.

L’allotriophagia è un disturbo alimentare curioso secondo il DSM (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali). Viene anche chiamato Pica, nome dal latino “Pica Pica” che significa “gazza”, un uccello noto per il consumo di sostanze insolite.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa condizione, anche se rara, si verifica ed è abbastanza grave.

La persona che soffre soffre una voglia incontrollabile di mangiare e leccare niente cose comuni come la terra (geophagia), gesso, cenere di sigaretta o tabacco stesso, amido, colla, bicarbonato, smalto, matita, il latte di magnesia, carbone, ghiaccio, palle per capelli o lana (tricofagia), feci animali (coprofagia), ecc. dannoso per la salute.

Appare in diversi paesi e culture, in modo che non possa essere associato a un singolo luogo, a uno stile di vita unico, ecc.

La sindrome di Pica si divide in base al materiale che viene consumato dal malato.

Tra i tanti, i più noti sono:

  • Acufagia → Mangiare oggetti appuntiti (come aghi, chiodi e così via).
  • AutoCannibalismo → Mangiare parti del proprio corpo
  • Cautopireofagia → Mangiare fiammiferi dopo che sono stati spenti
  • Conio-fagia → Mangiare polvere
  • Coprofagia → Mangiare le feci
  • Conofagia → Mangiare terra o argilla
  • Emetofagia → Mangiare vomito
  • Geofagia → Mangiare suolo o terra
  • Ematofagia → Mangiare il sangue
  • Ialofagia → Mangiare vetro
  • Litofagia → Mangiare pietre o ciottoli
  • Pagofagia → Mangiare ghiaccio
  • Tricofagia → Mangiare capelli, lana o altri tessuti
  • Urofagia → Mangiare l’urina
  • Xilofagia → Mangiare legno

© copyright 2022 – tutti i diritti sono riservati.