DA DOVE NASCE IL TERMINE “OK”?

Panzini, da garbato e lievemente ironico intellettuale qual era, commentava in questo modo, dopo aver spiegato il significato del termine O.K.: «Tutto va bene nella giovane America, fuor che ciò che non va bene».

Per quanto riguarda l’origine dell’abbreviazione, divenuta già «nel 1932 di uso internazionale nelle telecomunicazioni» (Grande dizionario della lingua italiana del Battaglia, s.v.), non prima di essersi diffusa dagli Stati Uniti negli altri Paesi di lingua inglese, si tende a farla risalire alle iniziali dell’Old Kinderhook [Club], che si riunì per la prima volta il 24 marzo 1840 per sostenere la rielezione di Martin van Buren, soprannominato il mago di Kinderhook, a presidente degli Stati Uniti.”

Tuttavia, i Paesi dell’ex Unione Sovietica, sono fortemente convinti che l’origine del perché si dice ‘ok’, sia innegabilmente legata alla loro tradizione; stando a questa teoria, l’uso di ‘ok‘ come forma di consenso deriva da ‘ochenʹ khorosho‘ (‘molto buono‘), il grido che gli scaricatori del porto di Odessa rivolgevano alle navi per dire che il carico era stato sistemato. L’uso di questa espressione, abbreviata usando le iniziali, si sarebbe poi diffuso ‘via mare’ anche nel mondo occidentale. Non solo.

Le ipotesi sul perché si dice ‘ok’ potrebbero essere molto più antiche e risalire addirittura a un’originedal greco o dal latino: secondo alcuni, infatti, ‘ok’ deriverebbe da ‘ola kalà‘ (che in greco, appunto, vuol dire ‘tutto bene‘), mentre per altri dal latino ‘hoc est‘ (‘è così‘), un’espressione di assenso molto usata durante l’Impero Romano. Un’altra ipotesi ancora è quella che ricollega il termine all’antico provenzale‘oc‘, che significa ‘sì‘.

C’è anche chi rimanda l’origine del perché si dice ‘ok’ alla lingua dei Sioux, in cui l’espressione ‘hoka hey‘ veniva usata per dire ‘va bene‘, ‘si può fare‘, o a quella dei Choctaw, un’altra popolazione di nativi americani che utilizzava la parola ‘okeh‘ per esprimere lo stesso significato.
Ma l’ipotesi più plausibile sembra quella che vuole l’origine di ‘ok‘ dalla frase gaelica ‘och, aye‘, ‘oh sì‘, che ne giustificherebbe la diffusione nel Nuovo Mondo, a seguito delle migrazioni irlandesi.

(Fonte R.Bazzoli)