PATTO LEONINO

Il modo di dire “patto leonino” indica un patto concluso tra due o più persone sfavorevole, non conveniente, ad una parte, ovvero i cui risultati previsti danneggiano la parte più debole, che risulta, così, sopraffatta da quella più forte.
Nel linguaggio giuridico, il “patto leonino” è l’accordo, tra i soci di una società, in cui si stabilisce che uno o più soci sono esclusi totalmente dalla partecipazione agli utili o alle perdite. Il Codice Civile precisa che il patto leonino è nullo, poiché è in contrasto con il concetto e lo scopo della società che prevede invece che ciascuno dei suoi membri ha diritto di partecipare agli aspetti sia positivi sia negativi.
L’origine dell’espressione deriva dalla favola di Fedro, a sua volta originata da quella di Esopo. In entrambe le favole, vari animali si accordano con il Leone per andare a caccia insieme ma alla fine il leone rivendica, con prepotenza e superbia, la preda tutta per sé.
(Fonte Almanacco)