FARE COME LA RANA CON IL BUE

E’ utilizzata per esprimere l’atteggiamento di chi per invidia, si procura danni, si nuoce, si fa del male, si rovina.
L’origine del modo di dire deriva dalla favola di Fedro, dal titolo “la rana e il bue”, che racconta di una rana che per apparir grande come un bue, offuscata dall’invidia per la sua imponenza, inizia a gonfiarsi così tanto che finisce per scoppiare. La favola insegna che non bisogna mai cercare di apparire ciò che non si è, perché questo comportamento spesso può portare conseguenze negative. La cosa migliore è essere sempre se stessi e accettarsi cosi come si è.
(Fonte Almanacco)